PERSONE (3) – La Redazione di Sosta Forzata

MI CHIAMO SERENO e, in realtà, il mio nome non ha radici nel passato della mia famiglia, ma deriva dal piacere personale di mio padre. Forse mio padre mi ha chiamato così perché sperava che davvero fossi Sereno! Non è stato di buon auspicio perché la serenità spesso è mancata nella mia vita. Oggi faccio parte di questa redazione che mi ha dato il modo di esporre i miei pensieri e di farli uscire oltre il muro. Penso che questo giornale sia importante perché ci dà la possibilità di farci sentire e conoscere, altrimenti resteremmo invisibili come gli altri compagni di sventura che non hanno la fortuna di fare parte del gruppo. Noi, a volte, riusciamo a dar loro voce con qualche intervista così da renderli partecipi anche se non sono qui con noi. Speriamo che il futuro regali loro qualcosa di buono e un po’ di serenità.

(Da Sosta Forzata, Giornale della Casa Circondariale di Piacenza, n. 3, dicembre 2013 – per gentile concessione)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s