SUOR CLARETTA

Barbara Sartori, su “Il Nuovo Giornale” di venerdì 31 gennaio, ha pubblicato una bellissima intervista a suor Claretta che, insieme con la consorella suor Ave, dal 2001 ha prestato un preziosissimo servizio presso la Casa Circondariale di Piacenza.

Fra qualche settimana suor Claretta e suor Ave lasceranno il servizio presso il carcere di Piacenza per tornare alla Casa Madre del loro ordine. La loro partenza mi lascia sgomento: un punto di riferimento indispensabile viene a mancare non tanto al Garante quanto a tutti i detenuti.

“Che cosa ci fa una suora in carcere?” ha chiesto la giornalista a suor Claretta. Per rispondere, suor Claretta ha parlato con i detenuti e lo dice esplicitamente: “La domanda l’ho fatta ai detenuti. E mi hanno dato queste risposte: ci porti la speranza; ci prodighi il Vangelo”. “Ma tra me e una volontaria che differenza c’è?” ha chiesto. “Tu sei suora, tu sei la Chiesa”.

Suor Claretta è donna di poche parole; come scrive Barbara Sartori, “è una donna d’azione che il Vangelo lo vive senza far troppi discorsi”. Ma quando parla incide come un coltello affilato: “In carcere ci si scopre tutti poveri – dice nell’intervista -. Anzitutto, poveri di dignità. Si condivide con i detenuti quel che vivono: la mancanza di rispetto, il non essere riconosciuti come persone”. Ha idee chiare su quello che la Costituzione e la legge chiamano “rieducazione”: “Ci vuole un lavoro di coscientizzazione, per renderli consapevoli della loro situazione. Se non ci si rende conto delle proprie responsabilità, non si può ricominciare. Se non li si aiuta in questo, da soli non ce la fanno”.

Grazie suor Claretta, grazie suor Ave.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s