FRANCESCA VALLA

Un bell’articolo di Sara Bonomini su Libertà di lunedì 10 febbraio fa conoscere un personaggio che svolge un servizio, nel silenzio e nella discrezione, impagabile.

“La prima volontaria piacentina a mettere piede all’interno del carcere di via delle Novate”, scrive Sara Bonomini. Una preziosa rappresentante del volontariato vincenziano.

Ci siamo trovati a cena, qualche sera fa, con un gruppo di volontari e abbiamo scherzato sui suoi 85 anni e sulla sua eleganza. “L’as tegna”, le ho detto ammirando le sue collane e gli anelli, e lei, con un pizzico di civetteria: “Sì – mi ha risposto -, ci ho sempre tenuto”.

Francesca Valla conosce tanti segreti delle persone detenute e si presta in ogni modo per trovare soluzioni a situazioni a volte talmente ingarbugliate da far scappare la pazienza – come dire -, anche a Giobbe. Quando, in qualche ufficio, faccio presente alcuni problemi che meriterebbero attenzione (e soluzione) mi sento quasi sempre rispondere: “Ne abbiamo discusso anche con la signora Valla”. E infatti al Garante promettono senza risolvere molto, a lei danno risposte precise e risolutive (quasi sempre).

Ad multos annos, signora Valla. Anche noi che detenuti non siamo abbiamo bisogno di lei.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s